Articoli HPTerritorio

Avviata la candidatura della Sacra di San Michele tra i patrimoni Unesco

3939
Tempo di lettura: < 1 minuto

Piemonte, terra di bellezze da diffondere e soprattutto difendere.

Motivo per cui il Comune di Sant’Ambrogio sta lavorando per candidare anche la Sacra di San Michele tra i patrimoni dell’umanità Unesco.

A procedere per la realizzazione dell’appello è, assieme al comune interessato, anche il Politecnico di Torino, più precisamente il Dipartimento di Architettura e Design (DAD)

Quest’ultimo sta realizzando il Dossier di Candidatura per inserire la Sacra di San Michele come sito seriale tra i patrimoni Unesco sotto la voce “Il paesaggio culturale degli insediamenti benedettini dell’Italia medievale“.

La chiesa benedettina, se accettata, si aggregherà  ad una serie di strutture, località e prelibatezze culinarie, vedi la Bagna Cauda, che contraddistinguono il Piemonte dal resto d’Italia e del mondo.

Ma non solo, perché a fronte della sua istituzione a bene universale, diventerà egli stessa traino di sviluppo in senso economico.

Da questo punto di vista un interessante test per dare ragione o meno una volta per tutte alla voce che “l’italia potrebbe vivere solo di cultura”, vedere per credere.

Un collaborazione tra il  Comune e Politecnico avvenuta a seguito della sottoscrizione di un Protocollo di Intesa che darà l’onere e l’onore al DAD di collaborare anche per lo sviluppo culturale.

@Damiano Grilli

Tag
3939

Related Articles

3939
Back to top button
Close
Close