Territorio

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

765
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: < 1 minuto

Che le residenze sabaude torinesi siano un vero e proprio gioiello è risaputo.

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

Ma adesso Torino le vuole valorizzare ulteriormente, pensando per loro un piano comune di promozione turistica. Un desiderio, un progetto, ma forse qualcosa in più: Racconigi, Agliè, Villa della Regina, la palazzina di caccia di Stupinigi, il Borgo Castello della Mandria, il castello di Moncalieri, il Polo Reale, il Museo di Rivoli stanno meditando e progettando, appunto, di fare sistema, insieme alla Reggia di Venaria,  pensando a iniziative condivise per la valorizzazione, anche grazie a collegamenti diretti dei mezzi pubblici.

L’obiettivo, insomma, è di creare una sorta di circuito delle residenze reali, e questo obiettivo è stato sancito da un protocollo d’intesa per la valorizzazione delle residenze reali sabaude, sottoscritto dal Ministero dei beni culturali e dalla Regione Piemonte e al quale hanno aderito il Comune e la Compagnia di San Paolo, fin dal luglio scorso.

Il documento porta le firme del presidente della Giunta regionale Sergio Chiamparino e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, e prevede come capolista la Venaria Reale.

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

Marketing, comunicazione, promozioni di eventi, collegamenti infrastrutturali e servizi alberghieri: questo l’obiettivo, ambizioso. “Un piano primario e strategico”, come è stato definito dall’assessore regionale alla cultura e al Turismo  Antonella Parigi e il direttore Mario Turetta del Consorzio La Venaria Reale, oltre che l’assessore comunale alla promozione culturale Maurizio Braccialarghe.

A.bes.

(Seguici su Facebook)

Tag
765

Related Articles

765
Back to top button
Close
Close