Sport

Parte il Giro che sfiora Torino

175
Tempo di lettura: 2 minuti

Parte fra pochissime ore, anzi fra pochissimi minuti, l’edizione 2014 del Giro d’Italia. Un inizio all’estero, per la precisione a Belfast, che ha fatto storcere il naso a non poche persone

“Ma come, il Giro che promuove la nostra terra parte dall’Irlanda?” Si, e il motivo è lo stesso per il quale i cosiddetti sconfinamenti da anni sono una caratteristica di corse ben più grandi – vedi il Tour de France: promuovere il brand.

Al di là di queste considerazioni, la cosa più importante è che il Giro che scatta oggi passerà come sempre anche nella nostra regione: per la precisione il 22, 23 e 24 maggio, al termine della seconda settimana e prima che inizino i giorni dolomitici, quelli che, c’è da scommetterci, potranno decidere la corsa rosa.

La prima delle tre tappe piemontesi è la cosiddetta “Cronometro dei Vini”, da Barbaresco a Barolo: 41 chilometri splendidi nelle nostre colline, per assaporare la bellezza della natura piemontese e dei vigneti che danno vita a due fra i vini più nobili del mondo.

Passa proprio vicino a Torino la tappa successiva, che parte da Fossano, sfiora la città e anzichè entrarvi le passa intorno nella collina a est, da Chieri ad Andezeno, per poi andare a concludersi nel verde del Canavese.

E proprio dal Canavese si parte il giorno dopo,per la precisione dal Castello di Agliè, con destinazione Oropa. Una tappa a suo modo storica, che il Giro 2014 dedica a Marco Pantani, autore su quella salita di un numero sensazionale nel 1999.

Insomma, tanto Piemonte anche quest’anno, e il bello è che in tre tappe saranno accontentati tutti gli appassionati delle due ruote: chi ama gli arrivi in volata, le sfide contro il tempo o le salite mitiche. Per non parlare dei paesaggi che verranno mostrati al mondo.

Non resta che aspettare che arrivi la Carovana.

A.Bes.

175

Related Articles

175
Back to top button
Close
Close