Cronaca di Torino

Don Bosco è qui: il Santo dei giovani ritorna a Torino

296
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quest’anno la celebrazione della ricorrenza di San Giovanni Bosco, padre, maestro e amico dei giovani, avverrà in modo molto particolare e sarà, comunque, un’occasione di festa sia per i suoi Salesiani, che per tutti i “bravi cristiani e onesti cittadini”, devoti al Santo dei giovani.

Dopo aver viaggiato nei cinque continenti e sostato in 130 Paesi nel mondo, l’urna di don Bosco è tornata in Italia, terminate le visite alle diocesi di Pinerolo, Susa e Ivrea.

1013255_10152167329524594_1686241800_n

Ad accompagnare la peregrinazione dell’urna – contenente il reliquiario dove giace la mano destra con cui il santo impartiva le benedizioni – saranno momenti d’incontro e preghiera organizzati da diocesi e ispettorie salesiane. In particolare l’urna sarà a Torino giovedì 30 gennaio, da mezzogiorno circa fino alle tre del pomeriggio presso l’ospedale Giovanni Bosco (adorazione libera); a partire dalle 15,30 sarà trasferita in Duomo, dove fino alle 18 è prevista la venerazione riservata in particolare agli studenti universitari.

988811_10152167328869594_1362536337_n
Alla sera, a partire dalle ore 20,45, partirà la processione dal Duomo verso Valdocco, che prevede una veglia per i giovani degli oratori torinesi. Ci saranno alcuni momenti di animazione liturgica preparati dai giovani dell’oratorio Monterosa di Torino e da quelli dell’oratorio di Orbassano.

Al termine, all’interno della basilica di Maria Ausiliatrice, la tradizionale Buona Notte del Rettor Maggiore dei Salesiani don Pascual Chàvez Villanueva.

Roberto Mazzone

296

Related Articles

296
Back to top button
Close
Close