Territorio

Una spiaggia lungo il Sangone: si può!

1644
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: < 1 minuto

Avete presente Paris Plage?

Spieghiamo: qualche anno fa, a Parigi hanno avuto la brillante idea di utilizzare una parte delle sponde della Senna per creare una sorta di spiaggia urbana.

Un luogo per fare godere ai cittadini il loro fiume e al contempo regalare un minimo di illusione di essere al mare.

A Torino, o meglio nella provincia, l’intenzione è di creare esattamente la stessa cosa, sulle rive del fiume Sangone, ma non solo.

Qualche mese fa è stato siglato il «Contratto di fiume», un evento particolarmente nuovo in Italia e in Piemonte

Undici comuni, che poi sono quelli legati dallo scorrere dell’affluente del Po, hanno siglato un accordo volontario insieme a soggetti privati per valorizzare le sponde del fiume e creare un lunghissimo parco a cielo aperto.

spiaggia urbana Paris Plage

Il piano d’azione prevede infatti 40 azioni eseguite di concerto fra i comuni.

Spiegava il presidente della Provincia Antonio Saitta:

«La Provincia svolge al meglio il suo ruolo di coordinatore di area vasta. La salvaguardia dei corpi idrici non si può ottenere con tante azioni individuali scollegate, da qui l’idea di una sorta di asta per il fiume».

Sintetizzando, l’idea è quella di cercare di seguire l’esempio parigino ove sia possibile, e comunque di procedere a una bonifica delle rive del fiume, per farle diventare il più possibile accoglienti per la popolazione.

All’avanguardia in questo team c’è il comune di Nichelino, che ha in progetto di:

  • eliminare gradualmente gli orti urbani a ridosso del fiume
  • depurare le rive dall’inquinamento
  • creare una spiaggia cittadina all’avanguardia

Intanto un appuntamento ravvicinato è in programma: il 28 settembre è in programma “Puliamo il Sangone“: in attesa della spiaggia, volontari e volenterosi puliranno le sponde del fiume da impurità e sporcizia.

1644

Related Articles

1644
Back to top button
Close
Close