Home Articoli HP Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all’operazione

Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all’operazione

Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all'operazione
Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all'operazione
Tempo di lettura: 2 minuti

Fusione FCA-Renault, accordo sempre più in dirittura d’arrivo: è stato allontanato anche Thierry Bollorè, AD di Renault, contrario all’operazione

La fusione FCA-Renault sembra essere sempre più vicina.
Una operazione che, nel mercato dell’automotive, avrebbe una risonanza mondiale, visto il peso dei due gruppi coinvolti. Una trattativa portata avanti per molto tempo già negli scorsi mesi, che però non si è conclusa con la tanto attesa fumata bianca. Il governo francese, Nissan e altri soggetti autorizzati avevano fatto saltare i primi approcci manifestando scassa convinzione circa la convenienza dell’affare.
Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all'operazione
Fusione FCA-Renault, accordo vicino: allontanato Bollorè, Ad di Renault contrario all’operazione
Ora, però, si apre un ulteriore spiraglio per poter concretizzare l’affare. Dopo un solo anno di attività, Thierry Bollorè è stato rimosso dal suo incarico di amministratore delegato di Renault. Il gruppo ha preso la decisione in questi giorni. Uno dei maggiori oppositori della trattativa per unire Renault-Nissan ed FCA è stato dunque messo alla porta: il che porta a pensare a un altro avvicinamento tra le parti.

Le ultime vicende e i cambiamenti interni al gruppo francese per la possibile fusione FCA-Renault

 
In questo contesto di cambiamenti interni al gruppo francese rientra anche il cambio al timone di Nissan. Quest’ultima, a breve, perderà il suo CEOHiroto Saikawa, che ha deciso di lasciare l’incarico a causa delle sue ammissioni sull’aver percepito compensi illeciti. In questo modo è fatto da parte uno dei maggiori esponenti del “no” alla trattativa tra il gruppo italo-americano e quello francese.
Il ritorno di FCA sulla possibilità di fondersi con Renault era stato anche sottolineato dalle dichiarazioni di Mike Manley. Il CEO del gruppo italo-americano ha infatti rilasciato diverse settimane fa un’intervista al Financial Times. Alle domande ha risposto affermando di essere pronto ad approfittare delle sinergie positive di questa possibile alleanza, nel momento in cui l’occasione si ripresenterà. Queste parole hanno poi fatto seguito alle indiscrezioni del Wall Street Journal, che, nei giorni precedenti, avevano anticipato le voci sull’interesse di Renault e Nissan di riaprire le consultazioni.
La trattativa è dunque più viva che mai, con FCA già proiettata ai grandi vantaggi che porterebbe un simile accordo. I vertici considerano questa alleanza un punto di svolta per rendere ancora più competitivo sul mercato il gruppo, grazie alla nascita di un nuovo colosso egemone.
Nelle prossime settimane potrebbe arrivare l’affondo definitivo per iniziare a stabilire i dettagli e i punti principali dell’accordo.
Correlato:  Dove vivrà Cristiano Ronaldo a Torino? Tutte le ipotesi sulla dimora del portoghese