Home Articoli HP Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi

Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi

Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi
Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi
Tempo di lettura: 2 minuti

In arrivo i monopattini elettrici a Torino: da novembre ci saranno fino a 6mila mezzi in sharing

Tutto pronto per lo sbarco dei monopattini elettrici a Torino.
Nella giornata di ieri, martedì 8 ottobre, la giunta ha approvato una delibera contenente tutte le linee guida per l’utilizzo dei nuovi mezzi.
I monopattini saranno ammessi solo lungo le piste ciclabili e sulle strade con limite di 30 chilometri orari.
Dunque, resta vietato l’accesso dei nuovi mezzi nelle vie pedonali del centro come via Lagrange e via Garibaldi.
Nelle scorse settimane l’assessora ai Trasporti e alla Viabilità Maria Lapietra aveva annunciato che, per consentire un perimetro di utilizzo maggiore dei monopattini, si stava lavorando a trasformare la Ztl Centrale della città in una grande zona 30.
Al momento, però, questo progetto rimane ancora su carta a causa della mancanza di risorse necessarie per posizionare la segnaletica.
Infatti, l’assessora ha spiegato che l’estensione della zona 30 avverrà quando arriveranno i fondi.
Nel frattempo, però, Palazzo Civico procederà con il bando per l’assegnazione del servizio di sharing.
Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi
Via libera ai monopattini elettrici a Torino: in arrivo 6mila mezzi
Nei mesi scorsi già 12 aziende del settore hanno manifestato il loro interesse per entrare a far parte della sperimentazione promossa dal Ministero dei Trasporti.
Come ha spiegato l’assessora Lapietra, il tetto massimo di mezzi utilizzabili per ogni operatore sarà di 500 monopattini, poi il numero potrebbe variare con il tempo.
In linea di massima, arriveranno in città fino a 6mila mezzi.
Il testo della delibera regolamenta anche l’utilizzo di biciclette a pedalata assistita e gli scooter sharing.
Nessuna novità, invece, per i monwheel e gli hoverboard.
Nel documento si legge che i monopattini in sharing potranno essere utilizzati solo da maggiorenni, o dai 16 anni in su se muniti di patentino.
Inoltre, gli utenti che usufruiranno del noleggio dovranno essere muniti di giubbotto catarifrangente da indossare a partire da un’ora prima del tramonto e fino a un’ora dopo l’alba, altrimenti verranno multati.
In più, i singoli operatori dovranno attivare un servizio di call center 24 ore su 24 per garantire la rimozione dei mezzi posteggiati irregolarmente o abbandonati.
Da Palazzo Civico fanno sapere, che per coprire gli eventuali costi di recupero, ogni azienda dovrà produrre una fidejussione di 10 euro, 20 euro per gli scooter.
Infine, i gestori dovranno versare al Comune 5 euro a mezzo, che verranno reinvestiti nel progetto Maas per la mobilità sostenibile.
Dunque, dopo mesi di annunci, a breve i monopattini elettrici in sharing potranno circolare nelle piste ciclabili e nelle zone 30 della città.
Correlato:  Torna l'incubo dei bocconi killer per i cani a Torino: alimenti con chiodi e veleno a Mirafiori