Home Articoli HP Cancellata Dinner in the Sky, la cena tra le nuvole alle porte...

Cancellata Dinner in the Sky, la cena tra le nuvole alle porte di Torino

Tempo di lettura: 2 minuti

Cancellata Dinner in the Sky, la cena tra le nuvole alle porte di Torino

Cancellata Dinner in the Sky: la prima cena tra le nuvole in Piemonte saltata per problemi legati alla sicurezza


Non si farà più Dinner in the Sky, la cena tra le nuvole che avrebbe dovuto fare il suo esordio in questo week end.

Il particolare appuntamento era in programma per la Festa di San Michele 2019 a Carmagnola, fissata per il fine settimana tra venerdì 27 a domenica 29 settembre (giorni in cui, da calendario, si celebra San Michele).

adv
Loading...


In questa magica cena tra le nuvole sarebbe stato possibile mangiare ammirando un panorama mozzafiato da 50 metri di altezza. Una eventualità che ha frenato gli entusiasmi dei tecnici dell’Asl, in particolare del settore Spresal. Alcuni incaricati hanno analizzato il tutto poco prima che l’evento partisse e hanno disposto l’annullamento dell’evento per motivi di sicurezza.


Gli altri Paesi e le risposte degli organizzatori


Stando a quanto riferito dagli organizzatori, gli addetti che hanno analizzato il contesto hanno affermato che, in Italia, per questioni di sicurezza non vengono svolti questi eventi.


In realtà, questo concept, ideato da David Ghysels, è giunto in oltre 70 Paesi e grandi capitali mondiali come Atene, Berlino, Londra, Parigi, Rio De Janeiro, oltre ad aver fatto il suo esordio nel nostro Paese in realtà come Cattolica e San Benedetto del Tronto.


La cena avrebbe dovuto essere servita a 50 metri di altezza grazie ad una struttura sostenuta da una gru che può ospitare fino a 22 persone intorno al tavolo e uno staff di 4 persone, composto da uno chef, due camerieri e un tecnico, al suo centro. Si tratta ovviamente di persone specializzate, che si sono sottoposte ad appositi corsi.

Correlato:  Turismo, a Torino gli alberghi registrano il quasi tutto esaurito per Pasqua e Pasquetta


Nonostante ciò, tutto è stato disdetto poco prima che si potesse cominciare, con un danno economico doppio. Il primo per chi ha lavorato all’evento senza poi poter essere remunerato, il secondo perché gli organizzatori hanno correttamente disposto il rimborso per coloro che avevano prenotato. Senza tenere conto del danno d’immagine che scaturisce da un simile dietrofront per l’annullamento dell’appuntamento.


Una triste notizia per chi avrebbe voluto provare questa esperienza, soprattutto se si pensa che la cancellazione delle prossime date non fornisce un’idea su un possibile ritorno dell’iniziativa.

❗Territorio❗
Cancellata Dinner in the Sky: la prima cena tra le nuvole in Piemonte saltata per problemi di sicurezza