Home Articoli HP Inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una eccellenza a...

Inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una eccellenza a livello nazionale

È stato inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una struttura unica nel suo genere in Italia, dotata dei migliori strumenti e apparecchi
È stato inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una struttura unica nel suo genere in Italia, dotata dei migliori strumenti e apparecchi
Tempo di lettura: 1 minuto

Inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una eccellenza a livello nazionale per modernità ed attrezzature

È stato inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale.
Un nuovo ambiente, che sorge all’interno della struttura della Città della Salute di Torino, che si presenta al pubblico con tante novità.
Il centro si propone come un punto di riferimento nel suo settore in Italia, vista la grande dotazione di cui dispone. Qui, infatti, sono state installate le migliori strumentazioni del momento, apparecchi all’avanguardia e di ultima generazione per affrontare con successo qualsiasi caso, dal più semplice al più complicato.
A dirigere la struttura è Michele Lanotte, stimato professore di grande prestigio. Una garanzia di qualità e affidabilità in più per il nuovo centro.
Inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una eccellenza a livello nazionale
Inaugurato alle Molinette il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale: una eccellenza a livello nazionale

Funzioni e obiettivi

Il nuovo centro di Neurochirurgia funzionale avrà lo scopo di combattere patologie come il morbo di Parkinson, l’epilessia, i tremori, le distonie e molto altro.
Gli apparecchi moderni di cui è provvista permetteranno alla struttura di accogliere un numero sempre maggiore di pazienti. In questo modo, non solo sarà sensibilmente ridotta l’attesa, ma sarà anche possibile visitare e aiutare più persone bisognose.
Una condizione necessaria, visto che quello del capoluogo piemontese è visto come un punto di riferimento a livello nazionale. A Torino, infatti, ogni anno arrivano pazienti da tutta Italia per potersi sottoporre ai trattamenti. L’aumento di malati che si spostano da altre città in cerca di cure a Torino è aumentato in maniera evidente.
Insomma, Torino e il Piemonte continuano a investire in un settore in cui sono già molto forti. Un ambito in cui la nostra città brilla, nel quale punta a rafforzarsi sempre di più per mantenere la sua leadership.
Correlato:  Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, inaugurato "Percorso Cuore pediatrico"