Home Articoli HP Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del...

Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo compleanno

Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo compleanno
Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo compleanno
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo 34esimo compleanno

Stefano Leo viene ricordato dai suoi cari nel giorno del suo compleanno.
I cari del ragazzo, dai parenti agli amici, passando per i colleghi, hanno deciso di omaggiarlo con un mosaico per celebrare il suo 34esimo compleanno. Sui social, le persone vicine a Stefano hanno realizzato questa creazione, alla quale hanno aggiunto una descrizione con un messaggio significativo. Questa recita: “Oggi è il tuo compleanno e noi siamo qui uniti a mettere insieme i tasselli di un puzzle che rimarrà incompleto perché ne manca uno, perché manchi tu. Siamo fatti delle persone che ci hanno voluto bene e che ce ne vogliono. E bisogna dirselo più spesso”.
Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo compleanno
Torino, Stefano Leo ricordato con un mosaico di foto nel giorno del suo compleanno

Gli altri omaggi

Stefano Leo è stato ingiustamente e barbaramente ucciso lo scorso mese di febbraio. A sette mesi di distanza dall’accaduto resta la ferita e l’amarezza per aver perso una giovane vita senza alcun motivo.
Nella mattinata della tragedia, Stefano si stava recando al lavoro. Da pochi mesi a Torino (era nato a Biella), aveva trovato impiego presso il negozio K-Way di piazza Cln. Lungo i Murazzi, nel tragitto che andava da casa sua fino al locale, ha incrociato Said Mechaquat. Il 27enne marocchino gli ha tolto la vita con un taglio alla gola, riferendo di averlo fatto perché il ragazzo gli sembrava troppo felice (in confronto al suo stato di depressione). Nel corso delle indagini è emersa anche l’ipotesi dello scambio di persona.
I genitori hanno comunque contribuito a ricordare il proprio figlio con un albero, piantato in dono alla città in occasione di una iniziativa benefica. Segno che il ricordo di Stefano, in città, non morirà mai.
Correlato:  Torna a Torino Run 5.30: i torinesi pronti a correre alle prime luci dell'alba