Home Articoli HP Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d’Italia: Roma e Napoli hanno...

Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d’Italia: Roma e Napoli hanno fatto meglio

Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d'Italia: Roma e Napoli hanno fatto meglio
Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d'Italia: Roma e Napoli hanno fatto meglio
Tempo di lettura: 1 minuto

Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d’Italia davanti a Roma e a Napoli: in Piemonte, però, le ore di cassa integrazione sono diminuite rispetto al 2018

Torino è la provincia più cassaintegrata d’Italia.
Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d'Italia: Roma e Napoli hanno fatto meglio
Lavoro, Torino è la provincia più cassaintegrata d’Italia: Roma e Napoli hanno fatto meglio
Il capoluogo piemontese guida la classica al primo posto, precedendo Roma e Napoli.
È quanto emerge dai dati del Servizio Politiche Attive e Passive del Lavoro della Uil Nazionale
 
Nel dettaglio, nei primi sette mesi dell’anno, in Piemonte, sono state richieste ben 16.746.890 ore di cassa integrazione, tra ordinaria, straordinaria e in deroga.
Si tratta di un dato in calo del 4% rispetto allo stesso periodo del 2018.
A livello nazionale, le ore di cassa integrazione autorizzate sono state 163.013.587, con un incremento del 18,1%.
Per i primi sette mesi del 2019, la media mensile dei lavoratori piemontesi tutelati è stata di 14.073, con 587 unità in meno rispetto allo stesso periodo del 2018.
A livello regionale, le province che hanno richiesto meno ore di cassa integrazione sono state AlessandriaVercelliCuneoAsti e Verbania.
Numeri in aumento per le province di BiellaNovara e Torino.
Tra i settori produttivi più colpiti ci sono l’industria, l’edilizia, l’artigianato e il commercio.
Inoltre, nel mese di luglio è stato registrato un aumento del 10,3% delle ore di cassa integrazione rispetto al mese di giugno.
A gravare su questa situazione c’è il contesto economico internazionale con la guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina, la recessione della Germania e i problemi legati alla Brexit, che stanno causando gravi conseguenze sull’export.
Correlato:  La merenda sinoira del Bistrot di Spazio 7, partecipa con The Tips