Home Arte Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte: ecco il concorso

Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte: ecco il concorso

Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte: ecco il concorso
Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte: ecco il concorso
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte: concorso per vigilanza e accoglienza nei musei

Il Ministero dei Beni Culturali assume in Piemonte.

"<yoastmark

Nel complesso sono 1.052 i posti di lavoro messi a bando dal Mibac, 57 dei quali in Piemonte, per assunzioni di personale a tempo determinato.
Le posizioni che si andranno a ricoprire riguarderanno la vigilanza e l’accoglienza nei musei e negli uffici Mibac della regione.

Requisiti

Per partecipare al concorso bisogna possedere i seguenti requisiti:
– essere cittadini italiani o stranieri;
– avere un’età non inferiore ai 18 anni;
– diploma di scuola secondaria di secondo grado o equivalente;
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– il non essere stato destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– non aver riportato condanne penali passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
– per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Le selezioni

La selezione avverrà attraverso un esame composto da:
– Prova preselettiva: ai fini dell’ammissione alla prova scritta; consiste in un test di 60 minuti, composto da 60 quesiti, di cui 40 attitudinali, per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale, e le altre 20 per la verifica del gradi di conoscenza di elementi del diritto del patrimonio culturale, patrimonio culturale italiano e normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.
– Prova scritta:
Consiste in un’unica prova composta da quesiti a risposta multipla.
– Prova orale:
Consiste in un colloquio interdisciplinare per accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati sulle materie della prova scritta.
Una volta superata la prova orale, la commissione stilerà una graduatoria di merito dei candidati sommando i punteggio ottenuti nelle diverse prove.

La domanda di partecipazione

Per partecipare al concorso si deve presentare la domanda secondo le modalità indicate dal bando, attraverso la procedura online dal Portale Step One 2019 entro e non oltre il 23 settembre.
È previsto anche il versamento di una quota di partecipazione dell’importo di 10 euro per prendere parte al bando.
Per maggiori informazioni consultare il sito www.beniculturali.it/mibac.
Correlato:  Musei e sviluppo economico, nasce l'asse Torino - Dubai per grandi scambi