Home Articoli HP Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi

Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi

Tempo di lettura: 2 minuti

Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: le librerie continuano a soffrire la crisi, molte hanno chiuso i battenti negli ultimi 12 mesi

Con il boom degli ultimi anni di AmazonTorino si è adattata alle tendenze e i torinesi acquistano sempre di più attraverso il noto colosso americano dell’e-commerce.
Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi
Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi
Tuttavia, rispetto allo scorso anno, anche gli acquisti di libri su Amazon da parte dei torinesi ha subito una forte battuta d’arresto.
 
Infatti, nella classifica dei libri comprati online nel periodo luglio 2018 – luglio 2019, il capoluogo piemontese si è piazzato al sesto posto, scendendo di tre posizioni rispetto allo scorso anno.
 
Meglio della nostra città hanno fatto Milano, che si conferma capitale della lettura per il settimo anno consecutivo sia per i libri in formato cartaceo che digitale.
 
Al secondo posto, invece, troviamo Padova, che già da qualche anno occupa le zone alte della classifica. 
 
Se prendiamo in considerazione gli acquisti degli ebook, però, la città sabauda scende in nona posizione.
 
Quali sono i libri più acquistati dai torinesi?
 
Al primo posto troviamo “Vivere 120 anni. La verità che nessuno vuole raccontarti” di Adriano Panzironi.
 
In seconda posizione c’è la versione italiana di “Laurie” di Stephen King, seguito da “Il potere del cambiamento. Prepara la tua mente per il successo” di Dario Silvestri.
 
Per quanto riguarda i generi letterati più apprezzati dai torinesi, riscuotono enorme successo la saggistica e la fantascienza, mentre i romanzi rosa restano indietro.
 
Non solo Amazon soffre un calo drastico di vendite in città. 
 
Infatti, anche le librerie accusano sempre di più la crisi degli ultimi anni con tante chiusure di librerie storiche in diverse zone della città.
 
Le uniche realtà del settore a resistete solo le grandi catene come MondadoriGiunti e Feltrinelli
 
Insomma, la capitale del libro per eccellenza, sede del Salone Internazionale del Libro, sembra non essere più la città dei lettori e dei librai. 
Correlato:  Torino, in via Monferrato arrivano 400 ombrelli colorati: un'installazione temporanea per rallegrare la strada pedonale