Home Arte In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e...

In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo

SHARE
In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo
In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo
Tempo di lettura: 2 minuti

In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua morte

Lunedì 8 luglio verranno inaugurate  quattro nuove mostre al Castello di Rivoli.
In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo
In arrivo quattro mostre al Castello di Rivoli: dipinti cuciti, installazioni e un omaggio a Leonardo
Un’ampia offerta di esposizioni al Castello alle porte di Torino per tutti gli amanti dell’arte.
Le quattro rassegne sono i dipinti cuciti di Alex Cecchetti, “D’après Leonardo”, “Aria, fiori, sale. Opere dalle collezioni del Castello di Rivoli” e la trilogia di Yuri Ankarani.
 
La prima, l’esposizione che rende omaggio alla Collezione Cerruti attraverso opere di artisti contemporanei sarà visitabile fino al 6 gennaio prossimo.
 
Tra le opere in mostra si potranno ammirare i dipinti di Alex Cecchetti cuciti insieme con stoffe preziose, un video di Nalini Malani ispirato a “I capricci” di Francisco Goya, un’opera di Michael Rakowitz e un inedito dipinto su tavola di Ed Atkins.
 
In mostra al Museo d’Arte Contemporanea ci sarà anche un’esposizione che renderà omaggio a Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua morte.
 
“D’après Leonardo”, curata da Laura Cantone e Fabio Cafagna, sarà visitabile fino al prossimo 3 novembre.
 
Sarà possibile ammirare due capolavori della collezione Cerruti, ossia la “Madonna col Bambino” di Marco d’Oggiono, allievo di Leonardo, del 1516, e il dipinto ispirato alla Gioconda di Gino De Dominicis.
 
La mostra “Aria, fiori, sale. Opere dalle collezioni del Castello di Rivoli”, invece, vuole portare all’attenzione del pubblico nuove acquisizioni e importanti opere appartenenti alle collezioni del Museo.
 
Tra gli artisti più significativi troviamo, Ettore Spalletti, Jannis Kounellis, Asli Cavucoclu, Fausto Melotti, Gilberto Zorio, Luciano Fabro, Marco Bagnoli e Ingela Ihrman.
 
Infine, “Le radici della violenza” è la trilogia filmica di Yuri Ancarani, composta da San Siro (2014), San Vittore (2018) e San Giorgio, che sarà presentata al pubblico per la prima volta.
 
La trilogia sarà visitabile fino al 10 novembre e rappresenta un nuovo capitolo nell’ambito della ricerca dell’autore dedicata ai luoghi del lavoro, della socializzazione e del controllo sociale.
 
Dunque, l’estate 2019 al Castello di Rivoli fa rima con arte e cultura contemporanea.
(Foto tratta da Pinacoteca di Brera)


Commenti

Correlato:  La leggenda del Parco della Tesoriera: il fantasma del tesoriere e della sua amata