Home Articoli HP Arriva “Antonino”, il nuovo locale di Cannavacciuolo in Piemonte

Arriva “Antonino”, il nuovo locale di Cannavacciuolo in Piemonte

SHARE
Arriva
Arriva "Antonino", il nuovo locale di Cannavacciuolo in Piemonte
Tempo di lettura: 1 minuto

Apre “Antonino”, il nuovo locale di Cannavacciuolo in Piemonte

Manca poco all’apertura  “Antonino”, il nuovo bistrot di Cannavacciuolo in Piemonte.
Il locale sorgerà all’interno della piazza principale del Vicolungo The Style Outlets, la shopville sull’autostrada Torino-Milano, a due passi da Novara.
“Antonino, il Banco di Cannavacciuolo” è il nome dato al nuovo bistrot dello chef stellato.
Il locale verrà inaugurato verso la fine di maggio del 2019 e prenderà ispirazione dalla  tradizione napoletana, offrendo una ricca selezione di gastronomia gourmet in versione smart e anche “on the go”.
Tra i piatti proposti dal menu del nuovo locale non mancheranno la famosa pizza fritta, il cuoppo, la parmigiana di melanzane, la mozzarella in carrozza, le graffe, i babà, le sfogliatelle, i bomboloni, la coda d’aragosta e altri piatti simbolo della tradizione culinaria napoletana.
Inoltre, all’interno del locale, i clienti potranno trovare anche una selezione di prodotti già in vendita nello shop online shop.antoninocannavacciuolo.it.
Come lo ha definito Eduardo CeballosCountry Manager di Neinver Italia, proprietaria degli spazi e leader del settore outlet in Europa, il nuovo ristorante di Cannavacciuolo sarà un punto smart e gourmet.
Per quanto riguarda il design interno, l’ambiente sarà molto informale con tavoli d’appoggio e sedute di design nello spazio e nel corner della caffetteria.
Il bistrot sarà un nuova attrattiva che  arricchirà la shopville, la quale è attualmente oggetto di un processo di restyling da più di 9 milioni euro che si concluderà entro la fine di quest’anno.
Dunque, dopo il ristorante due stelle Michelin Villa Crespi, sul lago d’Orta, i due bistrot di Torino e Novara, con entrambi una stella Michelin, e un resort di lusso, Chef Cannavacciuolo è pronto ad ampliare la sua offerta con un nuovo bistrot, che sarà sicuramente molto apprezzato dagli estimatori della sua cucina.
(Foto tratta da La Cucina Italiana)


Commenti

Correlato:  Salone del Libro 2017: decise le date dell'evento di Torino