Articoli HPTerritorio

Fiaccolata per Giulio Regeni a Torino in piazza Castello

624
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il 25 gennaio ci sarà la fiaccolata per Giulio Regeni a Torino. Piazza Castello renderà omaggio allo studente ucciso in Egitto due anni fa.

Una fiaccolata per Giulio Regeni a Torino. Un modo speciale per rendere omaggio allo studente ucciso in Egitto due anni fa. I cittadini si riuniranno in piazza Castello con la fiaccolata promossa da Amnesty Internaional.

Le parole del presidente di Amnesty International sono molto dure poiché la verità ancora non è saltata fuori. Il 25 gennaio 2016 Giulio Regeni si trovava in Egitto e scomparve. Il 3 febbraio il suo corpo venne ritrovato. Come detto prima si sa pochissimo della sua tragica morte; sequestro, tortura e omicidio: questi sono stati gli ultimi giorni dello studente. Le autorità egiziane insistono nel volere tenere segreti i nomi di chi ha ordinato, eseguito e coperto questa tragedia.

Noi proseguiamo a coltivare una speranza: che quell’insistere giorno dopo giorno a chiedere la verità, quelle iniziative che quotidianamente si svolgono in Italia e non solo producano il risultato che attendiamo: l’accertamento delle responsabilità per la sparizione, la tortura e l’uccisione di Giulio. Quella verità la deve fornire il governo egiziano e deve chiederla con forza quello italiano.

L’appuntamento per la fiaccolata per Giulio Regeni a Torino è fissato in Piazza Castello, dove giovedì 25 gennaio alle 19:41 – come nel resto d’Italia- si accenderanno decine di luci per ricordare la sparizione del ricercatore.

Per sensibilizzare i giovanni sarà, inoltre, possibile organizzare degli eventi nelle scuole. Durante la settimana del 25 gennaio, si potrà organizzare, in orario scolastico, una manifestazione per Giulio Regeni. Raccontando la sua storia e chiedendo a studenti, professori e personale della scuola di partecipare ad una foto-action: bastano 5 minuti! L’hashtag di tutta la settimana sarà #2annisenzaGiulio e si potranno caricare le foto sui principali social network.

Per maggiori informazioni visitare il sito di Amnesty International dove potrete scaricare tutto il materiale per divulgare l’iniziativa.

Tag
624

Related Articles

624
Back to top button
Close
Close